Anno Ignaziano 2021/2022- Chiesa del Gesù di Casa Professa

Anno Ignaziano 2021/2022

"Vedere tutte le cose nuove in Cristo!"
ANNO IGNAZIANO
dal 20 maggio 2021 al 31 luglio 2022
  • 500 anni dalla conversione del fondatore dei gesuiti
  • 400 anni dalla canonizzazione di Sant’Ignazio di Loyola e San Francesco Saverio


Prima proposta:

   Incontri per conoscere Sant’Ignazio

di Loyola, attraverso la sua autobiografia

Ogni Venerdì alle ore 18,30 dal 21 maggio al 25 giugno e

dal 24 settembre al 19 novembre nella chiesa del Gesù di Casa Professa

Chi è Sant'Ignazio di Loyola?

20 maggio di 500 anni fa.

"Fino a 26 anni fu uomo di mondo, assorbito dalle vanità. Amava soprattutto esercitarsi nell’uso delle armi, attratto da un immenso desiderio di acquistare l’onore vano. Con questo spirito si comportò quando venne a trovarsi in una fortezza assediata dai francesi:

tutti erano del parere di arrendersi, alla sola condizione di avere salva la vita, poiché era evidente che non potevano difendersi; egli invece presentò al comandante argomenti così persuasivi che lo convinse a resistere. Tutti gli altri cavalieri erano di parere contrario, ma trascinati dal suo ardimento e dalla sua decisione, ripresero coraggio.
Il giorno in cui si prevedeva l’attacco egli si confessò a uno di quei suoi compagni d’arme. Si combatteva già da parecchio tempo quando un proiettile lo colpì a una gamba e gliela spezzò, rompendogliela tutta; e poiché l’ordigno era passato tra le gambe,
anche l’altra restò malconcia.

(dall'Autobiografia di sant'Ignazio di Loyola).

--------------

Inattesa fu la ferita di Ignazio, inatteso il suo incontro con il Signore, inatteso il momento che viviamo, inattese le sue conseguenze economiche e sociali (...) l'Anno Ignaziano è un'opportunità per ciascuno di incontrarsi con il Risorto aprendoci all'azione del Suo Spirito. P. Arturo Sosa, Preposito Generale della Compagnia di Gesù.